Veronica Ferreri

Sono Veronica Ferreri, nata a Sassari, il 10 agosto 1984. Ho vissuto tutta la mia vita ad Olbia, in Sardegna.

Fin dalla nascita ho maturato una certa sensibilità nei confronti del mondo circostante: percepivo il cuore delle persone, comprendendone la natura più profonda d’animo; il contatto con la natura è sempre stato profondo ed intenso, magico, direi. Contemplavo la sua magnificenza, divenendo un tutt’uno con essa, percependone il vissuto, sentendo sulla mia pelle il suo eterno splendore, come se fosse il mio, ed il suo lancinante dolore, come se fosse mio.

Empatia è la parola d’ordine, ascolto e comunicazione con gli elementi, immersione nel flusso dell’eterno divenire. Già da bambina ero dedita all’introspezione maturando interessi rispecchianti questo modo d’essere, come, per esempio, la danza, poesia e letteratura, astronomia, filosofia e spiritualità.

Ho sempre saputo, dentro me, che in questa vita avrei fatto qualcosa per poter aiutare me stessa e gli altri, ma non sapevo cosa. Fin quando, una serie di eventi, mi hanno fatto prendere in mano le redini del mio cammino,i innescando una serie di cambiamenti radicali.

Nel 2015 ho sentito la forte esigenza di iscrivermi ad un corso di hatha yoga, una pratica che mi ha donato una dose massiccia di serenità e chiarezza mentale, grazie alla quale ho deciso di lasciar andare dalla mia vita situazioni che non mi si confacevano, tra cui lasciare il lavoro di ufficio (conseguito in seguito alla laurea in economia ed imprese del turismo) per intraprendere nuovi e differenti studi.

Tra  marzo 2015 e giugno 2016 ho seguito una serie di corsi: “Yoga, Respiro, Movimento, Allineamento”; “Feng Shui, l’arte di abitare l’anima”; “Cristalloterapia”; “Corso pratico sull’uso del pendolino radioestesico”.

A settembre 2016 ho intrapreso gli studi per acquisire, nel giugno 2017, la professione di operatrice del benessere e discipline bio naturali di primo livello in corso di formazione, infatti sto proseguendo il secondo anno di studi.

Nel frattempo ho sentito l’esigenza ed il richiamo di ampliare le mie percezioni sottili, così, nel dicembre 2016, ho conseguito il primo livello Reiki, esperienza che ha portato senso di pace, amore e bellezza e ha creato un varco luminoso, una via, un inizio. Da quel momento in poi, infatti, si sono manifestate una serie di sincronicità che mi hanno fatta approdare, un mese dopo, al corso di primo livello di Summa Aurea. L’energia canalizzata con il metodo Summa Aurea vibra talmente intensamente che ha permesso a diversi blocchi energetico –emozionali- fisici di salire in superficie per poterli affrontare nell’immediato, generando importanti consapevolezze.

A febbraio 2017 ho conseguito il secondo e terzo livello di Summa Aurea, gradino fondamentale per creare una connessione ancora più forte e profonda con me stessa, con il cielo e con la terra. Ho affrontato diverse crisi, sono morta e rinata. Sono cresciuta personalmente e spiritualmente, affinando, ampliando e portando alla mia coscienza molti doni e facoltà extrasensoriali. Ciò che di meraviglio è accaduto è stata l’acquisizione della sicurezza in me stessa, o meglio, l’inizio di questa stupenda conquista, assieme al senso di accettazione, compassione, amore incondizionato ed unione con il tutto. Ho lasciato andare il “controllo”, facendo entrare l’affidarsi ed il fidarsi, diventando un essere che sperimenta la libertà e che comprende che tutto ciò che ci serve alberga dentro di noi, in quanto scintille divine.

A giugno 2017  ho seguito il corso “I nove riti del Munay-ki”, riti, appunto, di iniziazione, che discendono dal popolo Inca proveniente dalle montagne sacre del Perù.  I riti lavorano con l’elemento sacro del fuoco, con animali totem ed esseri di luce. Personalmente, tale esperienza mi ha messo in maggior contatto con la nostra Madre Terra percependo una maggiore responsabilità nei suoi confronti, inoltre, sono state ampliate le potenzialità dei sette chakra principali tramite una loro purificazione d’integrazione energetica. I 9 riti iniziatici hanno avuto una durata di 14 settimane al termine delle quali ho iniziato subito la preparazione energetico-meditativa al quarto livello Summa Aurea tenutosi nel mese di novembre, corso che ha trovato una sua maggior completezza con la “riconnessione alla matrice originaria”.

Da questo momento in avanti, tutto il tragitto fatto è stato rivisitato da una prospettiva più elevata. Il graduale ricongiungimento con il proprio Sé Superiore ora è palpabile, la più vera e pura Essenza si mostra e si vive nella quotidianità e tutto si sposta verso l’equilibrio ed il maschile e il femminile, la luce e il buio, il sole e la luna si fondono. Nello stesso mese sono diventata formatrice del metodo Summa Aurea.  Sono profondamente grata per il mio vissuto, per la strada intrapresa e per ciò che arriverà, attendendo, con curiosità ogni possibile sviluppo. Senza aspettativa osservo, mi lascio guidare e ogni avvenimento sarà perfetto ed in linea con il volere Universale.

About the Author